Isteroscopia

 

Descrizione L'isteroscopia diagnostica Ŕ dolorosa e richiede l'anestesia generale


 

Capita sempre più spesso di ricevere attraverso la rubrica contatti del mio sito web lettere di donne che riferiscono in prima persona o sentono dire da altre donne esperienze molto negative riguardo all'isteroscopia diagnostica. parlano di esame doloroso se non addirittura dolorosissimo e drammatico, nausea, svenimenti, dolori  e perdite ematiche persistenti, complicazioni che non vengono riferite o mal spiegate dai medici.

E pensare che le linee guida della (SEGI) Società Italiana di Endoscopia Ginecologica parlano di esame ambulatoriale, ripetibile, eseguibile in uno medio che necessita solo di una DIA (dichiarazione inizio attività) al comune di appartenenza senza alcuna anestesia neppure locale nel 90-95% dei casi (nella mia esperienza personale nel 98% dei casi).

Perchè si verifica tutto ciò?:

1) Per rendere una isteroscopia diagnostica un esame semplice e ripetibile come affermato il ginecologo che la esegue deve:

- avere seguito corsi di formazione riconosciuti dalla SEGI

- aver imparato ad eseguire l'esame sotto la guida di un tutor che ne certifichi l'apprendimento e la qualità della prestazione

- eseguirne almeno 200 all'anno per mantenere alto il livello della prestazione

- conoscere bene la tecnica e possedere la strumentazione adatta (a tal proposito rimando al link sulle indicazioni e tecnica di esecuzione)

- non cedere all'improvvisazione credendo che sia un esame semplice che può essere affidato in un ospedale o in una clinica all'ultimo arrivato: è semplice se lo si sa fare bene, diventa un'arma pericolosa se non sappiamo usarla correttamente

Le mie affermazioni fanno inoltre riferimento all'esecuzione in  prima persona di oltre 11.000 isteroscopie diagnostiche e a quella di colleghi che hanno casistiche così elevate.

 

 
 
 

 

Untitled Document

Isteroscopia di Pulcinella Ruggero - VIA Guglielmo Marconi 1/b - 52100 AREZZO(AR) - r.pulcinella@live.it - PIVA 01940110511