Isteroscopia

 

Descrizione Cosa fare in caso di aborto spontaneo


   

1) anche se il decorso dopo il raschiamento è regolare bisogna eseguire una ecografia di controllo per verificare che non ci sia il sospetto di una malformazione uterina. Meglio in questo caso se l'ecografia viene fatta nella seconda metà del ciclo.
Occorre ricordare che in circa il 15% degli aborti spontanei è presente una malformazione uterina come un utero setto

 


2) se persistono a lungo (oltre 10-15 giorni) dolori addominali o perdite ematiche bisogna fare un controllo ecografico per escludere la presenza di residui abortivi all'interno dell'utero. Se così fosse è necessario quanto prima sottoporsi ad isteroscopia diagnostica e poi operativa per rimuovere i residui e non rischiare che sopraggiunga la sindrome di Asherman (aderenze endouterine che possono portare alla sterilità)

 


3) Se il sospetto di una malformazione uterina viene posto prima che la donna abbia una gravidanza bisogna subito sottoporsi ad isteroscopia diagnostica. Se questo sospetto viene confermato allora si procede alla correzione chirurgica della malformazione col laparoscopia diagnostica e isteroscopia operativa. Non ascoltate chi vi dice di provare ad avere un figlio prima di intervenire perchè rischiate un aborto anche al 5° mese nel 70% dei casi

 

 

1) anche se il decorso dopo il raschiamento è regolare bisogna eseguire una ecografia di controllo per verificare che non ci sia il sospetto di una malformazione uterina. Meglio in questo caso se l'ecografia viene fatta nella seconda metà del ciclo.
Occorre ricordare che in circa il 15% degli aborti spontanei è presente una malformazione uterina come un utero setto

 


2) se persistono a lungo (oltre 10-15 giorni) dolori addominali o perdite ematiche bisogna fare un controllo ecografico per escludere la presenza di residui abortivi all'interno dell'utero. Se così fosse è necessario quanto prima sottoporsi ad isteroscopia diagnostica e poi operativa per rimuovere i residui e non rischiare che sopraggiunga la sindrome di Asherman (aderenze endouterine che possono portare alla sterilità)

 


3) Se il sospetto di una malformazione uterina viene posto prima che la donna abbia una gravidanza bisogna subito sottoporsi ad isteroscopia diagnostica. Se questo sospetto viene confermato allora si procede alla correzione chirurgica della malformazione col laparoscopia diagnostica e isteroscopia operativa. Non ascoltate chi vi dice di provare ad avere un figlio prima di intervenire perchè rischiate un aborto anche al 5° mese nel 70% dei casi

 

Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia

 

 
 
 
 

 

Untitled Document

Isteroscopia di Pulcinella Ruggero - VIA Guglielmo Marconi 1/b - 52100 AREZZO(AR) - r.pulcinella@live.it - PIVA 01940110511