Isteroscopia

 

Descrizione Istmoplastica Isteroscopica


   

ISTMOCELE:

L'istmocele consiste in una dilatazione sacciforme a livello del canale cervicale in corrispondenza della pregressa cicatrice da Taglio Cesareo. In poche parole è una specie di ernia, di scodella dove si raccoglie il sangue mestruale, il cui ristagno provoca infiammazione e a volte dolori pelvici. Il sangue fermo viene poi eliminato nei giorni successivi sotto forma di stillicio persistente scuro e maleodorante.

SINTOMATOLOGIA:

La donna affetta da questa patologia accusa persistenti perdite di sangue scuro dopo la regolare mestruazione che durano anche diversi giorni, di cattivo odore, a volte dolori pelvici dovuti alla flogosi concomitante. Può avere anche difficoltà a concepire perchè l'istmocele può interferire sulla migrazione degli spermatozoi attraverso il canale cervicale e ritardare così la fecondazione

DIAGNOSI:

Il soapetto viene posto alla semplice visita, valutando i sintomi riferiti dalla paziente. Una ecografia transvaginale evidenzia una sacca rotondeggiante, ecopriva, di dimensioni varie a seconda della grandezza dell'istmocele a livello del canale cervicale.

L'isteroscopia, esame essenziale per la diagnosi, conferma la presenza dell'istmocele, la sua sede, la dimensione, la presenza di flogosi concomitante, la fuoriuscita di sangue scuro e fornisce l'indicazione assoluta all'intervento di riparazione mediante isteroscopia operativa

TERAPIA: ISTMOPLASTICA ISTEROSCOPICA

In anestesia generale, dopo aver dilatato la cavità uterina, si introduce il resettore, si stabilisce un lavaggio per eliminare il sangue residuo e ottenere una ottima visibilita' del campo operatorio e con ansa obliqua termica si reseca tutto il bordo anteriore dell'istmocele che appare duro e fibroso in senso orario o antiorario fino a "spianarlo" completamente, riducendo così notevolmente la profondità della fovea dove si raccoglieva il sangue mestruale onde favorirne il deflusso completo nel corso delle mestruazioni successive. il risultato è garantito nell'oltre l'80% dei casi.

Qualche autore preferisce non eseguire l'intervento se una donna desidera ancora una gravidanza nel dubbio che esso possa provocare una incontinenza del collo dell'utero.

Io invece preferisco eseguirlo anche in età fertile sia per risolvere la fastidiosissima perdita ematica postmestruale che favorire l'impianto di una successiva gravidanza migliorando la capacità di migrazione degli spermatozoi e la possibilità quindi della fecondazione

Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia
Isteroscopia

 

 
 
 
 

 

Untitled Document

Isteroscopia di Pulcinella Ruggero - VIA Guglielmo Marconi 1/b - 52100 AREZZO(AR) - r.pulcinella@live.it - PIVA 01940110511